Attività all'aperto, sì o no?




Con riferimento all’emergenza sanitaria da Covid-19 ribadiamo, prendendo in prestito le chiare parole del Parco regionale del Treja, la necessità di rispettare scrupolosamente le disposizioni che le autorità governative hanno imposto, a limitare al massimo le uscite esterne senza motivi di reale necessità, in particolare quelle rivolte alle attività “outdoor” da fare in mezzo alla natura.

Complice il clima gradevole, le presenze in Ambiente sono troppo numerose e concentrate nelle Aree Protette.

I Parchi, si sa, sono i più vocati alle attività naturalistiche, siano esse escursioni, corse campestri o semplici passeggiate, ma sono anche quelle, più insidiose dal punto di vista dei piccoli infortuni.

Quindi, oltre alla necessità di non spostarsi dalla propria abitazione e di evitare ogni tipo di assembramento fra le persone per non favorire il contagio da Coronavirus, nelle aree protette (Parchi, Riserve, ecc.) occorre astenersi assolutamente dal rischio di ritrovarsi in situazioni di difficoltà per le quali dover allertare i servizi di pronto intervento, oggi impegnati in un’emergenza ben più grande e importante.

L’esortazione è quella di rimanere in casa e di uscire soltanto per reali necessità. Anche se la Natura in questi giorni sta sfoderando l’irresistibile fascino primaverile, serve pazientare e impegnarsi tutti a superare questa grave situazione. Non possiamo fare molto per aiutare tutti coloro che sono al lavoro per noi se non stare a casa: è il nostro modo di dare un contributo, facciamolo.

Più sarà grande il nostro impegno, prima potremo ritornare a fruire liberamente delle bellezze naturali del nostro territorio.

20 marzo 2020

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.