Come realizzare un erbario



Il regno vegetale è affascinante e vasto, riconoscere alberi, arbusti, piante erbacee, fiori spontanei è abbastanza complesso, richiede tempo e un acuto spirito di osservazione. Tuttavia, un modo istruttivo e divertente per imparare a riconoscere le diverse specie, o anche per studiarle, è quello di realizzare un erbario. L’erbario può essere utilizzato per svariati impieghi che spaziano dalla semplice catalogazione delle piante, alla realizzazione di elementi espositivi come quadri e pannelli.

È un attrezzo semplice da costruire che consiste in una semplice “pressa”, formata da due quadrati di legno fra i quali vengono posti altrettanti quadrati di cartone, meglio se con strati ondulati come quello delle scatole da imballaggio. Tra un pezzo di cartone e l’altro si posizionano due fogli di giornale, fra i quali si dovrà inserire il materiale raccolto: foglia, fiore, erba e così via. Quattro viti disposte sugli angoli dei pannelli di legno, andranno a sigillare i vari strati che contengono il campione vegetale. La funzione di questa pressa è quella di togliere l’acqua dai vegetali, in modo che mantengano inalterato il colore evitando l’essiccazione. Le foglie così pressate assumono la consistenza di un foglio di carta, preservando intatte le caratteristiche strutturali per moltissimo tempo.

Alla pagina 46 della pubblicazione: “L’Ambiente Naturale del Parco Regionale dei Castelli Romani”, si trovano in breve, consigli utili per realizzarlo.

 

24 dicembre 2019

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.