Cos’è la biodiversità e come salvaguardarla



Biodiversità, un termine che ricorre spesso, principalmente in epoca di pandemia, proprio perché il suo mantenimento è indispensabile sia per la salute dell’ambiente che per quella degli esseri umani. Purtroppo, il suo ruolo fondamentale non viene sempre afferrato e compreso, anzi questa parola sulla bocca di tanti viene spesso utilizzata con approssimazione. Ripetiamo sovente che l’obiettivo primario delle aree naturali protette è quello di tutelarla, andiamo quindi a scoprire insieme perché è così importante.

La biodiversità o diversità biologica, è la varietà di forme di vita animali e vegetali che popolano la Terra, un patrimonio unico formatosi nell’arco di miliardi di anni di evoluzione in cui ogni entità biologica vivente, sotto la spinta della selezione naturale, si è adattata ai cambiamenti delle condizioni ambientali. Un lungo processo in cui ogni specie vivente ad oggi conosciuta svolge un ruolo specifico nell’ecosistema in cui vive e, in virtù di questo ruolo, aiuta quest’ultimo a mantenere i suoi equilibri vitali. Ne deriva che la biodiversità, oltre ad essere di per sé un valore, è anche ciò che permette la nostra stessa sopravvivenza, in quanto ci fornisce il cibo che mangiamo, ripulisce l’aria che respiriamo, filtra l’acqua che beviamo, ci offre le materie prime che utilizziamo in ogni ambito delle nostre attività, oltre ad essere ingrediente di innumerevoli farmaci e rimedi naturali. In sintesi rafforza la produttività di qualsiasi ecosistema: bosco, lago, suolo e così via; tanto che la perdita di biodiversità è la minaccia più grave a livello globale, perché contribuisce all’insicurezza alimentare, energetica, aumentando la predisposizione a disastri naturali come ad esempio le inondazioni. Tutte cause che andranno a diminuire il livello di benessere della società, riducendo la disponibilità e la qualità delle risorse naturali di cui l’uomo non può fare a meno.

Ciascuna specie, anche la più piccola, riveste e svolge un determinato ruolo nell’ecosistema e lo aiuta a mantenere i suoi equilibri vitali. La diminuzione di una sola specie non solo su scala mondiale, ma anche locale, provoca un impatto significativo a livello di habitat; più vasta e naturalmente diversificata è la varietà di specie più l’ecosistema risulterà in buona salute a beneficio di tutta la comunità. Controproducente, inoltre, è anche l'introduzione di specie non autoctone: la biodiversità aumenterebbe inizialmente, questo sì, ma in maniera innaturale e, pertanto, dannosa per l'ecosistema in tempi lunghi.

Il lento degrado della biodiversità al quale stiamo assistendo è determinato dalle attività umane che hanno profondamente alterato l’ambiente in cui viviamo. I cambiamenti climatici e la frammentazione degli habitat stanno rendendo difficile la conservazione di molte specie che, di conseguenza, stanno diventando più vulnerabili e a rischio estinzione. L’uomo sta minando in questo modo la sopravvivenza della sua specie, senza rendersi conto che per attuare un’inversione di rotta non bastano trattati a livello nazionale e internazionale, ma una presa di coscienza individuale, in cui quelle piccole azioni quotidiane, a volte considerate insignificanti, possono invece fare la differenza. Una maggiore attenzione all’utilizzo di prodotti di qualità ecologica; l’acquisto di prodotti di stagione a Km 0; limitare la quantità di plastica; sprecare meno acqua ed energia; evitare di introdurre specie aliene invasive; tutti piccoli gesti fondamentali se messi costantemente in pratica.

Quello che le aree protette sono chiamate a fare in questo contesto consiste, a volte, in piccoli interventi mirati di salvaguardia nei confronti dei singoli anelli che compongono l’ecosistema, nello studio e nei monitoraggi a livello locale, nazionale e internazionale, nel controllo costante del territorio. Il nostro compito inoltre è anche quello di educare i giovani al rispetto dell’ambiente affinché in futuro si possa avere una generazione in grado di tutelarlo a dovere. Allo stesso tempo è importante, attraverso una comunicazione mirata su determinati argomenti, sensibilizzare l’opinione pubblica perché la conoscenza è uno strumento potente, che permette alle persone in modo consapevole di cambiare o migliorare i propri stili di vita, ma anche di impegnarsi in prima persona nella salvaguardia del prezioso patrimonio naturalistico che costituisce la biodiversità.



Per saperne di più

 

 

11 febbraio 2021

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.