Migliorano le condizioni della martora soccorsa dai Guardiaparco

  Fotografia di Federico Nanni


La martora è un animale protetto, un carnivoro appartenente alla famiglia dei mustelidi, la sua presenza nel territorio del Parco dei Castelli Romani era stata confermata circa due anni fa, dagli esami del DNA effettuati dall’Istituto Zooprofilattico, su un esemplare trovato investito in zona Vivaro.

Più o meno un mese fa, un’altra martora è stata rinvenuta a bordo strada da un ciclista, probabilmente sempre vittima di un impatto, ha riportato diversi traumi e la frattura di una zampa anteriore. L’esemplare recuperato dai Guardiaparco nel territorio di Rocca Priora, è stato trasportato presso il centro di recupero per la fauna selvatica “Il Nostro Regno degli Animali”, dove il dottor Umberto Cara e il suo staff, si sono presi cura dell’animale, che dopo alcuni giorni è uscito dallo stato di coma provocato dal trauma cranico iniziando di nuovo a mangiare, operata all’omero la scorsa settimana, è ora in fase di recupero.

Minacciata dal disboscamento e dalla frammentazione degli ambienti forestali, la martora è presente con densità particolarmente basse, per questo è fondamentale tutelare questa specie. In particolare nelle ore notturne si sposta per procurarsi cibo, si raccomanda quindi agli automobilisti di percorrere strade a ridosso di zone boscate e con scarsa visibilità a bassa velocità proprio per evitare il rischio di incidenti con animali che possono avvicinarsi a bordo strada e attraversare. 

Per continuare a seguire le vicende della martora e degli animali ricoverati nel centro di recupero clicca qui


20 febbraio 2020

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.