Paolo Bassani, il biologo che ha avvicinato la popolazione dei Castelli Romani alla cultura ambientalista



La storia del Parco regionale dei Castelli Romani, in particolare il percorso che ha portato all’istituzione dell’Ente, è strettamente legata alla figura del dottor Paolo Bassani, botanico e biologo che ha effettuato importanti ricerche floristiche in numerose aree naturalistiche, concentrandosi in particolare sull’area centro-meridionale dell’Italia, nell’entroterra collinare e sulla dorsale appenninica.

Nel 1976, pubblicò il testo “Salviamo i Castelli Romani”, quello che lo ha decretato padre fondatore del Parco, dando inizio al lungo percorso di battaglie ambientaliste contro un abusivismo senza regole che rischiava di trasformare il territorio in una colata di cemento. Negli anni successivi venne istituito il Comitato promotore per l’istituzione del Parco dei Castelli Romani e iniziò l’adesione popolare e la raccolta di firme che portò alla fondazione dell’Ente con la L.R. n. 2 del 1984, la prima in Italia ad essere approvata su iniziativa popolare.

Molte delle sue pubblicazioni sono incentrate sulle specie floristiche del Parco dei Castelli Romani, che ha recentemente acquisito e custodisce il suo Erbario personale, un lavoro imponente che l’illustre biologo ha curato durante l’intero arco della sua vita, con l’intenzione di tramandare ricerche e studi effettuati sul patrimonio vegetazionale alle future generazioni.    


Per saperne di più visita il blog

 

19 aprile 2019

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.