Riunito alla FAO di Roma il gruppo di lavoro per la “Convention on biological diversity”


Sono in corso dal 26 al 29 febbraio, presso la sede FAO di Roma, i negoziati per predisporre un nuovo accordo mondiale nell’ambito della Convenzione delle Nazioni Unite sulla biodiversità biologica (CBD). L’obiettivo è quello di contenere la perdita di biodiversità per tutelare e conservare le specie e gli ecosistemi oltre che dare vita a scenari per la sicurezza alimentare e nutrizionale.

Si tratta di una delle ultime sessioni negoziali prima della COP15, all’ordine del giorno i temi legati alla tutela delle risorse ambientali, indispensabili alla sopravvivenza del pianeta. I punti principali dell’accordo su cui si muove il negoziato sono la protezione di un terzo degli oceani e delle terre del pianeta entro il 2030 (adesso siamo al 17%); una riduzione significativa del numero di specie a rischio di estinzione (attualmente sono circa 1 milione) e un aumento della consistenza delle popolazioni delle specie native sopra i livelli di sicurezza. La bozza mira a introdurre controlli sulle specie invasive e ridurre l'inquinamento da rifiuti di plastica e fertilizzanti (azoto e fosforo) in eccesso del 50%.

Questa bozza sarà in seguito analizzata al fine di predisporre l’Accordo definitivo, dai partecipanti alla Conferenza ONU sulla biodiversità che si svolgerà a ottobre 2020.

 

27 febbraio 2020
 

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.