Sentiero dell’acqua, il lago Albano alla portata di tutti

  Fotografia di Daniela Russo Fiorillo

Venerdì 7 giugno la Barca didattica del Parco dei Castelli Romani, ha solcato le acque del lago Albano alla scoperta del territorio, navigando con un gruppo di ragazzi disabili della Cooperativa “La Goletta” di Ladispoli (RM). Non è la prima volta che il Parco dei Castelli Romani ospita sull’imbarcazione, utilizzata per scopi educativi e di inclusione sociale, ragazzi con difficoltà psico-motorie. Accedere all’imbarcazione attraverso il pontile è piuttosto semplice ed è uno dei modi per poter fruire delle bellezze paesaggistiche senza difficoltà. Una delle sfide delle aree naturali protette è proprio quella legata all’accessibilità, ovvero rendere il territorio fruibile e alla portata di tutti. Le risorse naturali rappresentano un valore che contribuisce al benessere psico-fisico delle persone e le attività di tipo ricreativo legate all’ambiente, è ormai assodato che contribuiscono a migliorare la qualità della vita. Il “Sentiero dell’acqua”, rappresenta una delle tipologie di attività utili ad un coinvolgimento emozionale e diretto con la natura, che offre a tutti la possibilità di approfondire tematiche storiche, culturali e naturalistiche del Parco. Proprio sull’inclusione sociale e sul tema dell’accessibilità è incentrato il progetto della Regione Lazio “Accessibile?...Naturalmente!”, avviato nel 2003, con l’obiettivo di garantire l’accesso ai valori, servizi e strutture delle aree protette regionali ad un’utenza il più ampia possibile.

 

11 giugno 2019

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.