Un mondo senza plastica, il Parco dei Castelli Romani sostiene la campagna #plasticfree



Il Parco dei Castelli Romani aderisce al progetto #plasticfree del Ministero dell’Ambiente.

Il Parco sostiene da sempre, in linea con i propri obiettivi istituzionali, le buone pratiche legate alle 4 “R” per un futuro sostenibile (riduci, riutilizza, ricicla, recupera): lo fa attraverso l’educazione ambientale con i ragazzi delle scuole; attraverso una puntuale attività di informazione sul tema della riduzione dei rifiuti (fra gli ultimi articoli pubblicati sul sito istituzionale dell’Ente, quello che racconta la favola del riciclo del progetto “Waste Travel 360°”) e con la promozione, nelle sedi del Parco, di comportamenti coerenti con i principi ispiratori del nostro lavoro.

In occasione dell’affidamento del servizio di fornitura dei distributori automatici a Villa Barattolo, la sede legale del Parco, a Rocca di Papa – commenta il dirigente amministrativo, Fabrizio Ferretti - il Parco ha scelto di installare distributori automatici plasticfree con caffetteria proveniente dal mercato equo e solidale, un erogatore di acqua filtrata che eliminerà le bottigliette e i bicchieri di plastica. Il caffé equo e solidale è un caffé coltivato nel rispetto delle persone. Ai proprietari di piccole piantagioni infatti, soprattutto quando riuniti in cooperative, viene pagato un prezzo che non scende mai sotto una certa soglia, garantendo così una ragionevole certezza di reddito. Inoltre i contratti vengono firmati per una durata di più anni, e si incoraggiano progetti socialmente utili nella comunità”.

Ecco le linee guida per aderire alla campagna “Plastic free” lanciata dal Ministero dell’Ambiente:

•    Applicare la regola delle 4 R: riduci, riutilizza, ricicla, recupera
•    Eliminare la vendita di bottiglie di plastica dai distributori e sostituire la fornitura con distributori di acqua alla spina allacciati alla rete idrica
•    Eliminare gli oggetti di plastica monouso come bicchieri, cucchiaini, cannucce e palette di plastica
•    Limitare la vendita di prodotti con imballaggio eccessivo (merendine, biscotti, succhi di frutta confezionati), privilegiando l’offerta di spremute, centrifughe e frullati di prodotti freschi, nei minibar o nelle mense interne
•    Fornire o invitare i dipendenti a portare una propria tazza o borraccia per consumare bevande calde e fredde
•    Non utilizzare plastica monouso durante eventi aziendali e/o riunioni
•    Promuovere azioni di sensibilizzazione sull’importanza di ridurre l’inquinamento da plastica tra i dipendenti
•    Farsi ambasciatori della campagna #plasticfree con altre realtà pubbliche o private

2 settembre 2019
 

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.