Come aiutare le rondini in difficoltà

  Rondini di Marco Preziosi

Questa insolita stagione primaverile caratterizzata da pioggia e temperature al di sotto della media stagionale, ha creato non pochi problemi a rondini, rondoni e balestrucci. Gli uccelli caratteristici del periodo che segnalano con il loro arrivo nel nostro territorio l’entrata della stagione primaverile, si trovano in serie difficoltà a causa del maltempo.

Si tratta di volatili che trascorrono il loro ciclo vitale in volo, si nutrono di insetti che cacciano durante il volo e si posano solo nei nidi per deporre le uova. Le basse temperature spesso accompagnate da forti venti, li disorientano e stordiscono obbligandoli spesso a trovare riparo all'interno di case o luoghi coperti. Per aiutarli a sopravvivere è utile seguire i suggerimenti della LIPU che consiglia di adagiare rondini, rondoni e balestrucci in difficoltà in un contenitore di cartone, areato e buio per tranquillizzare l’uccello, sono sconsigliate le gabbiette nelle quali potrebbero ferirsi e consegnarli al più presto ad un Centro di Recupero.

Nel caso il ricovero non sia immediato è possibile nutrire il volatile con piccole palline di carne macinata cruda di manzo, camole del miele e camole della farina. L’acqua può essergli somministrata da un contagocce o attraverso una siringa senza ago.

Una pubblicazione della Direzione Capitale naturale, parchi e aree protette della Regione Lazio ci spiega caratteristiche e differenze tra queste tre specie.


Vedi anche: Attenzione agli inquilini sotto al tetto
 


27 maggio 2019 
 

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.