COP 26, un momento decisivo nella lotta ai cambiamenti climatici

Logo COP 26


Sono iniziati lo scorso 31 ottobre i negoziati della COP 26, per tenere sotto controllo i rischi legati ai cambiamenti climatici, che si protrarranno fino al 12 novembre. A Glasgow, nel Regno Unito, sono riuniti i vertici di tutti i Paesi che avevano partecipato nel 2015 alla COP 21, e che all’epoca accettarono, tramite l’Accordo di Parigi, di collaborare, per limitare l’aumento della temperatura globale al di sotto dei 2 gradi, impegnandosi ad adattarsi agli impatti dei cambiamenti climatici, e a mobilitare i fondi necessari per raggiungere tali obiettivi.

I rappresentati di tutte le nazioni partecipanti alla COP 26, sono chiamati a discutere ed aggiornare i precedenti piani di azione, non più sufficienti a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi. Il decennio fino al 2030 sarà cruciale, per arrivare a ridurre drasticamente le emissioni attraverso un’accelerazione del processo di fuoriuscita dalle fonti combustibili fossili; la riduzione della deforestazione; la transizione verso i veicoli elettrici; l’incremento di investimenti nelle rinnovabili.

Il clima è già cambiato e continuerà a farlo anche riducendo le emissioni e gli effetti devastanti sono sotto gli occhi di tutti, sarà quindi necessario proteggere e ripristinare gli ecosistemi, rendere più resilienti infrastrutture e agricoltura. Affrontare la crisi climatica significa quindi accelerare le attività volte ad affrontarla rafforzando, anche attraverso delle regole condivise al fine di raggiungere emissioni zero, la collaborazione tra i governi, le imprese e la società civile.

 


3 novembre 2021

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.