Scoperto in Italia lo scoiattolo meridionale


Un nuovo mammifero, lo scoiattolo meridionale, è stato scoperto in Calabria e Basilicata
 

Il nome scientifico è “Sciurus meridionalis”, di colore nero con ventre bianco, quindi diverso da quello europeo detto  “Sciurus vulgaris” o scoiattolo rosso, per la colorazione che può variare dal rosso­arancione al bruno scuro. La certezza di trovarsi di fronte ad una nuova specie è giunta dopo aver analizzato un grande quantitativo di dati genetici e morfologici.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Hystrix the Italian Journal of Mammalogy, una rivista scientifica del settore teriologico (che studia i mammiferi), quarta al mondo per importanza, tra tutte le riviste che si occupano della materia ed è stato portato avanti da un team di ricercatori italiani, coordinati dall’Università dell’Insubria (Varese), in collaborazione con esperti di altri Enti ed Università italiane. Gli studiosi hanno scoperto che le popolazioni di scoiattolo presenti in Calabria e Basilicata, che già dal 1900 erano state riconosciute come “peculiari”, al punto tale da considerarle come una sottospecie dello scoiattolo comune europeo, appartengono a tutti gli effetti a una nuova specie di scoiattoli.

Lo scoiattolo meridionale potrebbe essere specie a rischio di estinzione, sia per la riduzione degli habitat, sia per la competizione con le specie di sciuridi alloctone, ossia introdotte dall’uomo, come lo scoiattolo grigio (Sciurus carolinensis) e lo scoiattolo variabile (Callosciurus finlaysonii).

Con questa nuova scoperta, l’Italia realizza il suo primato di Paese europeo con la maggiore biodiversità.



Scopri di più

 

 

 

24 febbraio 2017

EVENTI AL PARCO
PUBBLICITA' LEGALE
Atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale (L. 69/2009)...
AL PARCO TROVI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per essere sempre informato sulle ultime novità: la newsletter ti aggiorna in anteprima su iniziative, attività, progetti.